Resoconto della 34° Fiaccolata

Sabato 7 e domenica 8 settembre ad Ivrea si è svolto il " 16° Raduno del I° Raggruppamento Piemonte - Liguria- Valle d'Aosta e Francia (Savoia) dell'Associazione Nazionale Alpini. La manifestazione ha richiamato migliaia di persone in particolare la domenica, 8 settembre, con la sfilata che ha entusiasmato piccoli e grandi. Anche noi dell' AVIS Ivrea abbiamo partecipato ma in un modo un po' diverso. Come voi tutti ormai sapete una volta all'anno organizziamo la " Fiaccolata della Vita e della Solidarietà" in collaborazione con l'AIDO e allora perchè, ci siamo chiesti, non approfittare dell'invito che la Sezione degli Alpini di Ivrea ci ha fatto pervenire?. Da subito abbiamo preparato il percorso che obbligatoriamente avrebbe dovuto attraversare i paesi dove c'è un Gruppo Alpini ed eccolo qua:si parte da Ivrea ( Piazza Ottinetti), Cascinette, Chiaverano, Borgofranco, Montalto Dora e Samone, per una distanza totale di trenta chilometri. Per l'occasione abbiamo realizzato una T-Shirt che richiamasse l'evento, tutti i preparativi sono stati vissuti con molto entusiasmo e gioia.

Finalmente eccoci a sabato 7 settembre, l'appuntamento è in Piazza Ottinetti alle ore 17,00, si parte! Da Piazza Ottinetti inizia la nostra impresa con noi 25 atleti dell'AVIS podismo ci sono anche 5 Alpini che non si toglieranno il cappello con la penna fino alla fine del percorso. Il Presidente dell'AVIS Ivrea Sig. Fernando Giannini donerà il nostro gagliardetto e la maglietta della manifestazione al  Presidente Nazionale neo eletto Sebastiano Favero, al Presidente uscente Corrado Perona, al Presidente della Sezione di Ivrea Marco Barmasse e anche a Mons. Edoardo Cerrato Vescovo di Ivrea. Un pubblico molto numeroso nella Piazza, in via Palestro e in Corso Massimo d'Azeglio applaude al nostropassaggio, giungiamo così a Cascinette dove il Sindaco piero Osenga con diversi cittadini e Giuseppe Moià, componente del Gruppo Alpini, ci accolgono festosamente. Dopo esserci scambiati alcuni doni ripartiamo subito per Chiaverano dove, all'inizio del Paese,l'Alpino Regruto Tomalino Andrea ci aspetta perchè vuole essere il tedoforo che con noi attraverserà le vie del Paese  fino alla Sede.Anche qui, con molta simpatia,l'Alpino Giuseppe Busatta, ci offre una targa a ricordo del nostro passaggio, nella loro sede ci offrono bibite fresche che ci ristorano. Ripartiamo ancora, destinazione Borgofranco, passando per Bienca arriviamo a Biò e dopo alcuni chilometri giungiamo alla sede degli alpini  che è a fianco della Chiesa dove è stata allestito un ristoro con bibite, panini, dolci vari e thè ( tra di  noi c'è anche qualcuno che dice di non voler più andare via e il perchè lo si può anche immaginare ..) Ringraziamo molto Lori Carrara e i suoi collaboratori e riprendiamo la marcia, destinazione Montalto Dora. quando arriviamo incomincia a piovere, anche qui il Gruppo alpini e Piero Gillio  si sono prodigati e ci hanno accolto con  molto calore offrendoci da bere e mangiare ( questi si che sono ristori indimenticabili ), facciamo alcune fotografie, ci scambiamo un  ricordo e poi ci dirigiamo verso Samone. Attraversiamo il Ponte Vecchio ad Ivrea, passiamo per Via delle Miniere e dopo alcuni chilometri arriviamo a Salerano. dove in prossimità del Comune l'alpino Giuseppe Vittonatti di Samone ci attende per prendere la fiaccola. Anche qui nella loro Sede la festa è grande e - indovinate - ci aspettano bibite,panini e un ottimo vino, ascoltiamo delle belle canzoni di montagna che anche noi podisti non possiamo non canticchiare e così tra podisti e alpini si forma un coro bizzarro, forse un po' stonato, ma pieno di autentico entusiasmo e allegria. Non possiamo che ringraziare Daniele Caserio e il suo gruppo per la bella accoglienza riservataci. Ci aspettal'ultima "tappa".

Percorrriamo Via Castellamonte a Banchette Nuovo e poi Via Jervis, arrivando così alla Sede degli Alpini della Sezione di Ivrea. Qui il tedoforo alpino  Bruno Tonso percorre l'ultimo chilometro con noi, che nel frattempo abbiamo acceso le fiaccole. Entriamo in Piazza Ottinetti alle 22,30 dove la Fanfara di Ivrea aveva appena concluso una marcia. Le centinaia di persone presenti ci applaudono mentre con le fiaccole accese  facciamo corona al palco. Al termine i podisti avisini, i podisti alpini e diversi accompagnatori si rifocillano nel padiglione ion Piazza Freguglia. E' stata, la nostra, una Fiaccolata che ricorderemo sempre perchè in quei momenti eravamo e ci sentivamo "TUCCUN". Il nostro caloro GRAZIE va agli avisini podisti che hanno partecipato: Alberto Campani, Giovanni Bardini,Cogo Massimiliano, Tamara Barolat Massole,Nadia Bianco,Claudio Costantino, Mauro Crivellaro, Giuseppe Cutellè,Renzo Musso,Angelo Nicco,Marco Origlia,Francesco Palmieri,Mario Perino,Igor Ricci,pier Luigi Rodda,Corrado Rollandin, Giovanni Scavazza,Sandra Solero e il sottoscritto Massimo De Colle e agli alpini podisti Bruno Tonso, Aldo Gamba,Ugo Clemente, Ezio Cagnino e Fabio Aimo Bot e anche ai nostri collaboratori Fernando Giannini,Elidio Viglio, Luciano Riva,  Augusto Conedera, Ilario Bozzo, Albino Savoretto e  Aldo Scussel.

L'AVIS di IVREA a MARSIGLIA

Alla fine di settembre avevamo ricevuto l'invito dalla UISP Regionale di segnalare un atleta della nostra Società AVIS-IVREA perchè avrebbe potuto partecipare ad una corsa su strada a Marsiglia. Per gli ottimi risultati che ha conseguito e consegue nelle gare del Campionato Podistico Canavesano abbiamo pensato che IGOR RICCI sarebbe stato l'atleta più indicato. In una cornice di panorami e di pubblico che non ha paragoni con altre manifestazioni sportive, si è svolta la più pittoresca delle corse su strada del Mediterraneo la " Marseille-Cassis". Creata nel 1979 dall' Associazione Sportiva "SCO" Sainte-Marguerite, l'ultima domenica di ottobre la corsa riunisce ogni anno più di 12.000 podisti anonimi e di alto livello ed è seguita da migliaia di spettatori che si dispongono per tutto il percorso di Km. 20,300. Quest'anno per la prima volta l'AVIS di Ivrea è stata rappresentata dal ns. podista Igor Ricci si è classificato 172° assoluto su 15.000 partenti, con il tempo di 1 ora, 20 minui e 23 secondi.

 

Alcuni dati: le iscrizioni si aprono il 1 marzo di ogni anno alle ore 10,00, alle 11,30 sono chiuse perchè ci sono richieste di oltre 30.000 podisti; la partecipazione è mondiale ; quest'anno la temperatura era alta 25 gradi; il tempo finale del primo classificato(keniota) è stato 1 ora e 6 secondi e ali di folla lungo il percorso incitavano tutti i 15.000 podisti.