Relazione del segretario

RELAZIONE DEL SEGRETARIO

ConederaAugustoAnche il 2004 ha chiuso i battenti e, dopo una breve parentesi da amministratore, sono nuovamente qui a dedicarmi alla gestione dei soci avisini. Le dimissioni del presidente Ezio CARAZZATO e la nomina a nuovo presidente di Giuseppe PIGNOCCO, hanno determinato questo avvicendamento e mi ritrovo a ricoprire questo impegnativo incarico di segretario anche perché il vecchio statuto avisino è decaduto e nel corso dell'assemblea della nostra AVIS del 25 febbraio determinerà l'approvazione del nuovo statuto.
Vorrei ringraziare il consiglio e i collaboratori per la rinnovata fiducia nei miei confronti, anche se avrei preferito concedermi una pausa e lasciare questo incarico ad altri. Un grazie sentito a Ezio per aver accettato l'incarico di presidente anche solo per un anno che poi ha lasciato per motivi di lavoro e anche perché l'impegno per portare avanti una sezione grande come quella eporediese è notevole. Comunque Ezio continua a collaborare con noi e questo è importante.
Un grosso benvenuto (per modo di dire) a Beppe che, dopo aver ricoperto le cariche di segretario e amministratore per più di vent'anni, ha coronato la sua prestigiosa carriera avisina con la nomina a presidente. Un augurio di buon lavoro anche ad Umberto CRIVELLER che è subentrato ad Enrico GRAZIELLI per nella carica di vice-presidente che ricoprirà con impegno e competenza e, conoscendolo bene per i lunghi anni di militanza avisina nel collegio dei sindaci, saprà dare il giusto contributo alla nostra causa.
Come sapete dal 22 novembre ci siamo trasferiti in via dei Cappuccini 16 e abbiamo dovuto lasciare la sede di via Volontari del Sangue dopo 26 anni. Un cambio doloroso e anche un pò scomodo per i pochi posti disponibili per il parcheggio; comunque continueremo ad impegnarci per questa nobile causa e cercheremo di ottenere sempre dei buoni risultati.

1. Linee d'azione seguite

Montalto2004Il 2004 è stato un anno molto impegnativo sia per quanto riguarda l'impegno primario di propagandare il dono del sangue, sia per quanto concerne l'organizzazione interna della sezione.
In materia di propaganda un particolare impegno è stato rivolto verso l'obiettivo di incrementare le donazioni di sangue nel periodo estivo.
A questo scopo nella prima parte dell'anno sono state varate un crescendo di iniziative alcune innovative (la prima edizione de "La musica nel sangue", alcune serate presso le sottosezioni e soprattutto una campagna con manifesti con una nostra testimonial) altre già parzialmente rodate (il torneo di beach-volley, la visita al Castello di Montalto Dora) altre ancora ormai tradizionali (gare di monopattino, la propaganda nelle scuole per poi culminare con le feste sociali.
Nella seconda parte dell'anno l'attività è poi proseguita con la dodicesima edizione della Giornata di Sport e Divertimento, la fiaccolata AVIS-AIDO, la corsa dei 5 Laghi, le castagnate e le serate natalizie ad Ivrea e nelle sottosezioni.

1.1 Ambiente associativo AVIS

In ambito associativo la nostra sezione è riuscita a mantenere, grazie ai nostri rappresentanti Enrico GRAZIELLI per il regionale e Fiorella SALUSSOLIA con Giuseppe PIGNOCCO a livello provinciale, un giusto riconoscimento che qualifica la nostra sezione come la prima a livello provinciale, ovviamente dopo Torino.
Le delegazioni presenti all'assemblea provinciale di Cuorgnè del 21 marzo, all'assemblea regionale di Cuneo del 18 aprile e all'assemblea nazionale di Pesaro dal 14 al 16 maggio hanno dato il giusto risalto alla nostra sezione che in tutti questi anni ha portato avanti un discorso fatto di solidarietà ed altruismo. Inoltre domenica 10 ottobre a Nichelino si è svolta l'assemblea straordinaria dell'Avis Provinciale di Torino.

1.2 Rapporti con l'esterno

Anche quest'anno, l'opera svolta dalla nostra associazione si è sovente incrociata con quella della nostre consorelle AIDO e ADMO per dar vita, tutte insieme a quel meraviglioso e profondo spirito di solidarietà che le trova sempre in prima linea per alleviare le sofferenze dei più sfortunati.
In diverse occasioni, abbiamo collaborato con altre associazioni che aderiscono all'"Albo delle Associazioni di Volontariato" e anche con l'Associazione Nazionale Alpini sia d'Ivrea che di altre sezioni.

2. Attività associativa

Per quanto riguarda lo svolgimento della nostra attività in ambito locale ci troviamo ad operare in un contesto che ormai da diversi anni è particolarmente positivo e del quale andiamo veramente fieri: sia le amministrazioni comunali d'Ivrea e cintura, sia l'ASL n. 9 si sono sempre dimostrate molto sensibili alle nostre richieste accordandoci, con spirito veramente costruttivo, la più ampia e fattiva collaborazione che ogni anno che passa, si consolida ulteriormente.

2.1 Situazione a fine anno

Restando all'aspetto più strettamente avisino, i numeri più significativi sull'attività dei soci nel 2004 sono riepilogabili come segue:

         
  Situazione a fine anno Variazione
  2004 2003 assoluta %
Donazioni compiute  
Sangue intero 3.574 3.482 +92 +2,64%
Plasmaferesi 94 1.043 -99 -9,49%
Piastrinoaferesi 15 12 +3 +25,00%
Totale 4.533 4.537 -4 -0,09%
 
Soci  
Nuove adesioni 152 125 +27 +21,60%
Cancellazioni 54 106 -52 -49,06%
Riammissioni di ex soci 119 162 -43 -26,54%
Incremento associativo 217 181 -36 -+19.89%
 
Situazione al 31/12  
Soci 2.881 2.783 +98 -3,52%
Domande di adesione in corso 94 87 +7 -8,05%

 

Possiamo riscontrare un lievissimo calo delle donazioni in generale (-4) con un buon incremento delle donazioni si sangue intero (+92) che si contrappongono con la diminuzione delle plasmaferesi (-99). Buon incremento dei soci attivi, anche se le riammissioni sono diminuite rispetto al 2003.

2.2 Notiziario associativo

Anche il nostro notiziario continua ad essere la fonte di comunicazione tra i dirigenti avisini e i donatori; il nuovo capo redattore Elidio VIGLIO con la collaborazione di Gabriella GIANOTTI, lo ha rinnovato nella grafica e nella presentazione, introducendo alcune novità rispetto ai numeri precedenti, ma mantenendo le caratteristiche del notiziario snello e non particolarmente pesante nel leggerlo.
Speriamo sia sempre gradito dai donatori e che possa essere un mezzo di comunicazione diretta con i nostri soci.