Relazione del presidente

RESOCONTO SUL 2003

ViglioElidioL'annuale assemblea dei soci, svoltasi Venerdì 27 febbraio 2004 presso la sala comunale delle conferenze "Santa Marta" (piazza Santa Marta) di Ivrea, costituisce il momento dell'analisi sull'attività svolta nel corso dell'anno appena concluso e la discussione delle linee d'azione seguite e dei risultati conseguiti.

RELAZIONE DEL PRESIDENTE

Cari avisini, questa assemblea è l'ultimo atto del triennio del consiglio direttivo uscente ed è quindi mio desiderio con questa relazione, di non limitarmi a tracciare un bilancio dell'attività svolta nel 2003, ma di fare alcune riflessioni sul triennio trascorso.
Il 2003 ci ha visti come sempre impegnati in una lunga serie di manifestazioni, alcune ormai di routine, altre di nuova formulazione, ampiamente pubblicizzate nel corso dell'anno e ora elencate nella relazione del segretario, che hanno ancora una volta, in mezzo a luci e ombre, permesso alla nostra sezione di assolvere in modo egregio al proprio mandato; sono state garantite le donazioni necessarie a coprire il fabbisogno del Centro Trasfusionale dell'ASL n° 9 e ad inviare un congruo numero di sacche ad altre strutture ospedaliere, in accordo come sempre con il Primario del Centro stesso, Dottor Mauro Girotto.
Ma, fatto importante secondo il mio parere è stato quello di aver saputo nei momenti "critici" rispondere, e quest'anno anticipare, l'emergenza che ormai da qualche anno si presenta nei mesi estivi. Questi risultati sono stati ottenuti ovviamente grazie soprattutto al supporto che abbiamo avuto da TV e giornali locali che ci hanno aiutato in questo compito in modo molto generoso e professionale ed ovviamente, alla pronta risposta della popolazione canavesana che ha dimostrato ancora una volta, un gran senso di responsabilità.
Un grande impatto nella propaganda verso i giovani è stato fornito dall'avvio della collaborazione con Paola Paggi, eporediese verace e nazionale di Volley che ha accettato di buon grado di essere "TESTIMONIAL" dell'AVIS. Nel periodo successivo all'avvio della collaborazione con Paola abbiamo potuto notare un sensibile aumento nell'adesione di giovani alla nostra associazione e la stessa Paola, non si è limitata a collaborare in qualità di testimonial, ma si è iscritta all'AVIS di Ivrea e attende, non appena i suoi impegni sportivi glie lo permetteranno di effettuare la sua prima donazione.
Per restare nel Volley, mi preme citare il torneo organizzato a giugno nei campi all'aperto di Bellavista che ha visto la partecipazione di una cinquantina di atleti: un ringraziamento a tutti i dirigenti dell'IBIESSE VOLLEY TEAM IVREA, che hanno organizzato con noi la manifestazione dimostrandosi molto sensibili nei nostri confronti.

CamminataMontaltoUna simpatica iniziativa è stata la camminata organizzata il 15 giugno intorno al lago di Montalto Dora che oltre ad averci regalato una bella giornata ecologica in compagnia delle simpatiche guide turistiche Ettore e Pier, ha avvicinato alla nostra sezione il neo consigliere Alessandro Pregione, un giovane avisino che si è subito inserito nel nostro gruppo di lavoro ed al quale auguro fin d'ora un buon lavoro.
Altra iniziativa di spicco, che ha ulteriormente consolidato il ruolo dell'AVIS eporediese nel tessuto sociale della Valchiusella è stata la "TRE SERATE" organizzata in primavera che ha registrato una buona partecipazione di pubblico.
Un impegno che ci eravamo assunti e purtroppo non siamo ancora riusciti a portare a totale compimento, è quello dell'affissione di tabelloni metallici fissi nella città di Ivrea e nelle sottosezioni. I tabelloni in oggetto erano stati commissionati dall'AVIS Provinciale e finanziati in parte con un contributo avuto dalla Provincia ed in parte dall'AVIS Provinciale stessa: purtroppo per motivi burocratici siamo riusciti ad affiggerli per ora solo a Strambino e a Romano Canavese mentre, ad Ivrea e nelle altre sottosezioni, si sono per fortuna risolti i problemi di cui sopra e i tabelloni dovrebbero essere esposti a breve.

Calcetto2003Una iniziativa secondo me molto importante è stata quella di dotare cinque squadre giovanili di calcio della cintura di Ivrea di divise con il logo AVIS: in occasione della consegna delle stesse alle squadre abbiamo potuto spiegare gli scopi della nostra associazione ai giovani calciatori ed ai loro dirigenti ed abbiamo potuto constatare, come ci si poteva aspettare, che molte delle persone da noi incontrate sono già donatori di sangue ed hanno quindi apprezzato ancora di più la nostra propaganda impegnandosi a sensibilizzare di persona i giovani atleti.
In sintesi, l'attività della nostra sezione è stata rivolta in questi tre anni verso tutta la popolazione ma, come evidenziato più volte, il consiglio uscente ha cercato di rivolgere la propria attenzione verso i giovani che sono ovviamente il bacino più grande dal quale attingere nuovi donatori. L'AVIS di Ivrea sotto questo punto di vista penso abbia saputo svolgere in modo adeguato il suo compito e lo dimostrano i dati riportati nella relazione del segretario.
Sul piano della vita associativa, abbiamo avuto purtroppo nel corso del triennio, degli alti e bassi con manifestazioni che ci hanno dato grandi soddisfazioni alternate ad altre che ci hanno riservato, rispetto alle nostre aspettative, delle delusioni. L'ultima delusione in ordine di tempo è venuta dalla scarsa partecipazione allo spettacolo teatrale organizzato al teatro "G. Giacosa" di Ivrea in occasione delle feste natalizie. A fronte di un notevole impegno economico ed organizzativo, ci si aspettava una maggior risposta da parte dei donatori. Spero che da quest'assemblea venga qualche suggerimento per il nuovo consiglio, al fine di migliorare la qualità delle manifestazioni che si andranno ad organizzare.
Un'altra manifestazione che ha visto negli ultimi anni un costante calo di partecipazione, è la castagnata organizzata ad Ivrea: bisognerà studiare una nuova formula per la sua organizzazione ed anche qui ci si attende qualche suggerimento dall'assemblea.

Essendo questa l'ultima assemblea del consiglio uscente, intendo ringraziare tutti i consiglieri, i capi gruppo, i collaboratori interni e esterni, occasionali o abitudinari, che con il loro contributo hanno fatto si che questo consiglio che ho avuto il piacere e l'onore di presiedere abbia sviluppato in questi anni un gran numero di iniziative che hanno permesso alla nostra AVIS di ben figurare nello scenario dell'associazionismo volontario.
Permettetemi infine, in questo momento in cui un nuovo consiglio neo eletto subentra a quello appena decaduto e necessariamente, nuovi consiglieri raccolgono il testimone da chi per motivi vari ha lasciato il proprio incarico, ebbene proprio a queste persone che spero di vedere ancora nelle file dei collaboratori, va il mio pensiero ed il mio ringraziamento più grande perché senza il loro impegno, il loro lavoro talvolta svolto nell'ombra ma non per questo meno importante di altri, la storia dell'AVIS di Ivrea non si sarebbe potuta scrivere come oggi la leggiamo. Saluto quindi il neo Presidente Ezio Carazzato ed il nuovo consiglio direttivo, formulo loro un triennio ricco di soddisfazioni e di risultati positivi ed invito l'Assemblea a pronunciarsi sulle relazioni presentate da questo consiglio uscente e a sostenere in maniera sempre più importante il nuovo consiglio neo eletto.
Elidio VIGLIO