Manifestazioni e propaganda

MANIFESTAZIONI SOCIALI E ATTIVITÀ DI PROPAGANDA

La propaganda del dono del sangue è e resta la principale ragione di vita della nostra associazione. A questo fine anche nel 2011 sono state organizzate e svolte molteplici manifestazioni finalizzate alla propaganda associativa. Praticamente tutte le manifestazioni programmate sono ormai diventate tradizionali, ma nel corso dell'anno abbiamo cercato di organizzare qualcosa di nuovo: una camminata sulle Prealpi da Andrate all'Alpe Cavanna e relativo pranzo al rifugio alpino, prevista per domenica 5 giugno. Le avverse condizioni meteorologiche costringono dapprima a rinviare lo svolgimento al 21 agosto e poi la sovrapposizione con altri impegni ne ha imposto la cancellazione. Sicuramente ci riproveremo...

Campagna nelle scuole

Questa attività viene svolta in due diverse ottiche convergenti, potremmo dire prima per seminare e poi raccogliere:

  • verso gli alunni delle scuole medie inferiori per inculcare nei ragazzi di dodici o tredici anni l'idea della solidarietà e del dono del sangue;
  • verso gli studenti dell'ultimo anno degli istituti superiori che, avendo raggiunto la maggiore età, possono diventare donatori.

La propaganda nelle scuole medie è stata gestita, come ogni anno, da Aldo Scussel che, avvalendosi di alcune collaborazioni, ha visitato 35 classi in 12 scuole della zona illustrando a 648 ragazzi scopi e modalità del dono del sangue soffermandosi soprattutto sul concetto del dono solidale. Relativamente alla propaganda negli istituti superiori, nel 2011 si è svolta la seconda edizione del progetto "Andrea cerca un amico" organizzato dall'ASL TO4 per propagandare il dono del sangue e del midollo osseo tra gli studenti dell'ultimo anno degli istituti scolastici superiori. Nell'ambito di questa iniziativa i nostri incaricati (Viglio, Scussel ed il sottoscritto) hanno affiancato i presentatori formati dall'ASL partecipando agli incontri negli istituti superiori di Ivrea, Cuorgnè e Rivarolo.

Spettacolo teatrale

BambinoIl 27 maggio, presso il teatro "Anfiteatro" di Monalto Dora è stato rappresentato lo spettacolo "Perché il bambino nasce", organizzato da AVIS e AIDO in collaborazione con la Cooperativa Pollicino, col patrocinio del Comune di Montalto Dora e recitato da ragazzi disabili seguiti dalla stessa cooperativa.
L'iniziativa ha riscosso successo ottenendo quasi "il pieno" della capiente sala. L'incasso, arrotondato con un contributo AVIS è stato interamente devoluto a favore delle attività assistenziale della Cooperativa Pollicino.

Giornata di sport e divertimento

Il tradizionale appuntamento di fine estate ad Andrate si è svolto secondo, come di consueto, l'ultima domenica di agosto secondo l'ormai tradizionale programma: in mattinata avvio del torneo di calcio giovanile, poi pranzo in compagnia e, nel pomeriggio, prosecuzione del torneo di calcio e svolgimento dei tornei di pinacola e bocce. Nel tardo pomeriggio lo spettacolo del mago Miki ha intrattenuto i ragazzini concludendo la riuscitissima giornata. Buona la riuscita della manifestazione, anche se molto impegnativa per gli organizzatori.

Castagnate Si tratta della manifestazione più "vecchia", ideata negli anni settanta e via via aggiornata seguendo l'evoluzione dei tempi ma che, ciò nonostante, mostra segni di decadenza, in particolare ad Ivrea. A questa considerazione si aggiunge che anche nel 2011, come nel 2010, il maltempo ci ha costretti a cancellarla. Positivo invece lo svolgimento a Vestignè, Strambino e San Giorgio Canavese dove questa nostra manifestazione è fortemente inserita nelle tradizioni locali.

Natale AVIS

Si tratta senza dubbio dell'attività di maggior gradimento da parte dei soci, imperniata su spettacoli di vario genere e sulla distribuzione di un omaggio natalizio ai soci. La particolarità di questa iniziativa sta nella capillare distribuzione su tutto il territorio con spettacoli e dell'offerta ai soci di un omaggio composto da un panettone artigianale e il calendario AVIS-Ivrea 2011. Complessivamente sono stati distribuiti 1.941 omaggi, ai quali vanno aggiunti 2.100 calendari consegnati a scuole, ASL e uffici pubblici del territorio.

Ivrea - 2 dicembre

OwlsL'apertura del ciclo di manifestazioni è avvenuta presso la sala "Auditorium Mozart" di Ivrea col concerto di rock acustico del gruppo "OWLS & DOLL". La distribuzione degli omaggi, contrariamente a quanto avvenuto in molte sedi periferiche, non è stata in coincidenza con lo spettacolo ma solo presso la sede sociale dal 5 al 17 dicembre in orari articolati, onde permetterne il ritiro da parte di un maggior numero di soci.

San Giorgio Canavese – 3 dicembre

L'appuntamento è organizzato, come ogni anno, in collaborazione col locale Gruppo AIDO, presso il Teatro Comunale dove la Corale Maschile di Campore, "Le voci del Canavese" ha presentato canti popolari e tradizionali piemontesi. Numeroso il pubblico presente.

Alice Superiore – 10 dicembre

Molte le presenze anche allo spettacolo in Valchiusella, svoltosi presso il salone pluriuso di Alice Superiore dove la Compagnia teatrale Sancarlese ha presentato "Briciole di buonumore". La distribuzione omaggi, iniziata al termine dello spettacolo, è poi proseguita, per riguardo ai soci residenti in alta valle, il giorno successivo presso il municipio di Vico Canavese.

Strambino – 11 dicembre

Alcuni contrattempi intervenuti hanno forzato l'organizzazione della sola distribuzione omaggi presso la saletta comunale per l'intera mattinata domenicale.

Vestignè – 18 dicembre

La presenza presso il salone pluriuso della "Compagnia Tredici a Teatro" di Vische rientra ormai nella tradizione locale, quest'anno confermata presentando "Tredici a tavola", commedia brillante in 3 atti. La distribuzione omaggi iniziata nella mattinata è poi proseguita prima e dopo lo spettacolo.

Attività Sportiva

MonopPer tutto l'anno la propaganda nel settore sportivo è proseguita in molteplici direzioni, concentrata in discipline diverse dall'onnipresente calcio. Della collaborazione con la società bocciofila BRB IVREA, testimonial 2011 abbiamo già parlato più sopra. Per tutto l'anno è proseguita la pluriennale collaborazione con le società di atletica "ASAS - Associazione Sportiva Atletica Strambino" e "Atletica Ivrea" i cui atleti si allenano e gareggiano col logo AVIS-Ivrea esposto sulle divise sociali. Molto intensa l'attività anche nelle due branche del GSR AVIS-Ivrea: monopattino con 38 iscritti, e podismo con 24 aderenti.

Monopattino

L'assoluta originalità di questa attività unica in tutta Italia è un indubbio punto di eccellenza del "Gruppo Sportivo Ricreativo AVIS Ivrea". Nel corso dell'anno gli animatori di questa attività hanno organizzato 33 gare in 25 pubbliche manifestazioni oltre ad una nutrita serie di gare promozionali presso la scuole medie della zona. A questi impegni vanno poi aggiunte numerose trasferte all'estero per partecipare alle gare internazionali valide per i campionati europeo e mondiale di questo sport assolutamente dilettantistico.

Podismo

Alla sezione podismo del "Gruppo Sportivo Ricreativo AVIS Ivrea" nel 2011 erano iscritti 24 podisti che hanno egregiamente partecipato al Campionato Podistico Canavesano. Di particolare impegno l'organizzazione della 34a edizione della "Corsa dei 5 Laghi" gara podistica di gran fondo (24,3 Km.) e l'abbinata 6a edizione della gara giovanile "Trofeo Fiorella Salussolia" in ricordo della nostra ex presidente.

Attività a livello Provinciale, Regionale e Nazionale

Di rilievo l'attività dei nostri dirigenti nelle strutture associative ai livelli provinciale e regionale.

Provinciale

ProvEzio Carazzato, Piera Ollearo ed Elidio Viglio sono i nostri rappresentanti nel Consiglio Provinciale dove ricoprono l'incarico di Consiglieri. Ezio fa pure parte dell'Esecutivo Provinciale. Nel corso dell'anno i nostri rappresentanti hanno partecipato a tutte le riunioni portando il loro contributo. Da segnalare l'importante lavoro della sede provinciale nel fornire supporto alle piccole sezioni, coordinandone attività, sovrintendendo alla programmazione dei prelievi e nell'inter-facciare i rapporti verso l'amministrazione provinciale di Torino, alla quale spetta il coordinamento e la vigilanza su tutte le associazioni di volontariato operanti nel territorio provinciale.

Regionale

Il sottoscritto ricopre l'incarico di Consigliere Regionale e, in tale ambito, il ruolo di referente della Commissione Comunicazioni con la responsabilità del sito internet regionale e dell'osservatorio associativo, cioè del collettore realizzato per raccogliere organicamente le informazioni sulla composizione di tutte le sezioni AVIS esistenti nelle otto provincie del Piemonte. Ezio Carazzato è invece membro del Collegio dei Revisori dei conti, cioè dell'organismo cui spetta il compito di vegliare sulla correttezza amministrativo-contabile dell'attività.

Tra le iniziative organizzate meritano particolare menzione:

  • Il XI Corso di Formazione Interregionale Avis Liguria svoltosi il 25 e 26 Giugno, nella splendida cornice delle montagne olimpiche piemontesi, rivolto ai giovani e organizzato nell'ambito della cooperazione con le consorelle Liguria e Valle.
  • La giornata di studio, organizzata a Tortona il 12 Novembre per esaminare l'attività dell'attuale direttivo regionale e porre le basi per il rinnovo che dovrà avvenire nel 2013.
  • L'11° corso interregionale Liguria-Piemonte-Valle d'Aosta "AVIS tra qualità e accreditamento" imperniato sulla normativa in via d'attuazione per le procedure di raccolta e conservazione di sangue emoderivati, svoltosi, dopo ripetuti rinvii, ad Arenzano (Ge) il 4 e 5 febbraio 2012).
  • L'osservatorio associativo, volto alla raccolta e trasmissione alla sede nazionale dei dati sulla composizione delle strutture associative piemontesi.

Nazionale

L'intensa attività di coordinamento dei rapporti tra le sedi regionali e di interfaccia verso gli organismi statali è proseguita per tutto l'anno. Di rilievo l'annuale Assemblea Nazionale, svoltasi a Bergamo dal 20 al 22 maggio, alla quale siamo stati rappresentati, nell'ambito delle delegazione piemontese, da Ezio Carazzato e dal sottoscritto. Da segnalare la partecipazione di rappresentanti nazionali a tutti le manifestazioni regionali sopra citate.

Conclusioni

Anche il 2011 è stato un anno di intensa attività. Questa sera si comincerà a parlare del rinnovo di questo Consiglio ma quello che ci aspetta è un anno di intenso lavoro. Sopra ho più volte accennato alla mancanza della festa sociale: nel 2012 ci sarà e sarà un impegno non indifferente, aggiuntivo alla normale attività.
Altro impegno non indifferente è il complesso iter per il rinnovo del Consiglio Direttivo: anche in questo caso le attività connesse non sono poche e soprattutto è importante avere validi rimpiazzi ai dirigenti che decideranno di chiudere la loro esperienza e non ripresentare la propria candidatura. Da queste ultime considerazioni sorge chiaro l'appello ai soci perché, oltre a compiere il generoso atto di donazione del sangue, si accostino all'organizzazione e gestione della vita associativa.